Le scaffalature cantilever sono ideali per lo stoccaggio di materiale caratterizzato da volumi e dimensioni che ne rendono difficile la collocazione come fasci di tubi, tavolame, profilati, pannelli in legno o materiale plastico, lastre metalliche ed unità di carico aventi dimensioni frontali variabili, grazie al fronte continuo privo di elementi verticali, ma è adatta anche, con l’utilizzo di appropriati accessori, a pallet, contenitori, bobine.
 
Le scaffalature cantilever possono essere realizzate anche antisismiche seguendo le prescrizioni delle più moderne norme sviluppate in ambito nazionale ed internazionale
 
Sono costituite essenzialmente da tre elementi base:
-colonne verticali formate da due profili a “C” accoppiati in modo da formare una sezione scatolare che viene fissata ad un basamento orizzontale formato anch’esso da due profili a “C” munito di apposite staffe per permettere il fissaggio a pavimento. Infine l’appropriata foratura a passo permettere il fissaggio dei bracci orizzontali e il fissaggio delle controventature verticali con l’utilizzo di apposite staffe.
-bracci o mensole orizzontali sopra i quali viene depositato il materiale, realizzati in profilo sagomato normalmente rastremato, saldati su appositi connettori ad “U” che consentono il fissaggio alla colonna attraverso l’utilizzo di un bolzone.
- crociere verticali che vengono fissate alle colonne per dare stabilità alla struttura e tenere la distanza stabilita in fase progettuale.
 
Infine le scaffalature cantilever generalmente realizzate in due versioni, mono-fronte e bi-fronte, si adattano facilmente alle esigenze di spazio e gestione del Vs. magazzino grazie ad una notevole modularità in altezza, in profondità e in portata.

Dati Tecnici

ALTEZZA COLONNE
da 3000 a 7200 mm (passo 300 mm)
PORTATA COLONNA
da 1000 a 20000 kg (daN)
INTERASSE COLONNE
da 600 a 3000 mm (passo 50 mm)
LUNGHEZZA BRACCI (profondità colonna)
da 500 a 2200 mm (passo 100 mm)
PORTATA BRACCI
da 250 a 2000 kg (daN)